Ravenna: False attestazioni e dichiarazioni sull’identità personale, arrestato 29enne del Mali

1' di lettura 07/09/2020 - La Polizia di Stato ha arrestato C.A., classe 1991, del Mali, per il reato di false attestazioni e dichiarazioni sull’identità personale.

Nel corso di un controllo all’interno del bar della stazione ferroviaria di Ravenna gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno proceduto al controllo di un avventore.

Il giovane ha fornito ai poliziotti della Polfer, per la sua identificazione, documenti di identità le cui generalità rispondevano ad una persona che nella banca dati delle forze di Polizia risultava da ricercare.

Il giovane è stato condotto negli uffici della Questura di Ravenna dove, previo foto-segnalamento dattiloscopico, sono state individuate le esatte generalità di C.A. nato in Mali nel 1991.

L’uomo è stato pertanto dichiarato in arresto per il reato di false attestazioni e dichiarazioni sull’identità personale.

C.A. è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura.

Il Giudice Unico di Primo Grado del tribunale di Ravenna, dopo la convalida dell’arresto ha concesso all’indagato i termini a difesa rinviando la celebrazione del processo al 25 settembre 2020.

Nella medesima circostanza C.A. è stato anche denunciato in stato di libertà per violazione del Testo Unico dell’Immigrazione perché non in regola con le norme sul soggiorno degli stranieri in Italia






Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2020 alle 13:04 sul giornale del 08 settembre 2020 - 180 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo