Ferrara: Arrestato nigeriano autore dell'aggressione in piazza Castellina

polizia 3' di lettura 16/09/2020 - Gli uomini delle Squadra Mobile e delle Volanti hanno arrestato EHON Thankgod, ventenne nigeriano autore di una violenta aggressione ai danni del connazionale ventiquattrenne EIGBKNES John.

Nel tardo pomeriggio di martedì EHON Thankgod e EIGBKNES John, entrambi appiedati ma con il secondo che trasporta a mano una bicicletta, provenienti dal Piazzale della stazione, giungevano insieme in Piazza della Castellina e percorrevano alcuni metri sotto ai portici, impegnati in una fitta conversazione. Improvvisamente, con un gesto fulmineo EHON prendeva una bottiglia vuota dal cestino dei rifiuti, la rompeva e sferrava subito dei fendenti in direzione di EIGBKNES che, dopo una minima sorpresa iniziale cercava di difendersi, dapprima parando i colpi e successivamente tentando di colpire a sua volta l’avversario con calci e pugni.

EHON, grazie al coccio di bottiglia, riusciva a ferire in più punti il connazionale, provocandogli ampie ferite alla spalla e alla mano destra con abbondante fuoriuscita di sangue.

La violenta contesa terminava con il tempestivo e provvidenziale intervento della pattuglia della Polizia di Stato impiegata nel servizio “continuativo dedicato” alla zona di Piazza della Castellina e Piazzetta Toti. I due poliziotti, resisi immediatamente conto della situazione, bloccavano i contendenti e chiedevano l’ausilio di altri colleghi e dell’ambulanza per il ferito.

Sul posto arrivavano subito altre volanti e la Squadra Mobile iniziava l’attività volta alla puntuale ricostruzione dell’accaduto.

Grazie ad alcune testimonianze ed alle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza del Comune veniva fatta piena luce sull’accaduto.

Nel frattempo il ferito trasportato in ospedale riceveva le cure del caso, al termine delle quali veniva dimesso con una prognosi di 25 giorni, salvo complicazioni, per ferite da taglio alla spalla, al braccio ed alla mano destra. In sede di denuncia riferiva di non conoscere la persona che lo aveva ferito, di non averlo mai visto prima e che non conosceva il motivo dell’aggressione, dichiarazioni completamente smentite dalle immagini che riprendono i due soggetti arrivare insieme nella piazzetta e parlare animatamente per tutto il tempo precedente alla lite.

Al termine degli accertamenti il nigeriano veniva tratto in arresto e associato alla camera di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida tenutasi mercoledì e conclusasi con la condanna a 8 mesi di EHON Thankgod con la sospensione condizionale.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione volti a chiarire la posizione sul territorio di entrambi i nigeriani.

Da gennaio ad oggi non si sono registrati, nel corso dell’attività più incisiva posta in essere con l’impiego di pattuglie fisse e dinamiche la zona di Piazzetta Castellina e Toti, episodi di violenza o reati ai danni di persone. La predetta area è interessa prevalentemente da una situazione di degrado urbano con bivacchi da parte di giovani extracomunitari nei confronti della quale si sta cercando di porre rimedio al fine di realizzare una maggiore tranquillità sociale e garantire il vivere ordinato dei cittadini che ivi risiedono.






Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2020 alle 16:27 sul giornale del 17 settembre 2020 - 160 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, polizia di stato, romagna, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bweJ