Ferrara: La Polizia di Stato impegnata nell'attività di prevenzione contro i fenomeni del cyberbullismo e della rete

1' di lettura 16/10/2020 - Con l’inizio dell’anno scolastico, il Questore di Ferrara Capocasa, in sinergia con l’Ufficio Scolastico Provinciale e l’Amministrazione Comunale in osservanza al protocollo tenuto in Prefettura, ha messo in campo una campagna educativa  rivolta ai giovani studenti sul fenomeno del bullismo, cyberbullismo, abuso di alcool e stupefacenti, con la distribuzione capillare di 10.000 brochure informative.

Nella mattinata di giovedì i Poliziotti di Prossimità, nel rispetto delle normative antiCovid-9, hanno incontrato i Dirigenti scolastici e i rappresentanti delle classi secondarie di secondo grado degli otto Istituti Scolastici del Comune di Ferrara, che contano circa 10.000 studenti.

Il Questore Capocasa:

“Le iniziative finalizzate a diffondere i temi della legalità e a sensibilizzare gli studenti, si originano dal convincimento che occorre recuperare maggior attenzione al mondo della scuola poiché è 'l’architrave' sul quale si poggia la società.

E’ fondamentale contribuire all’educazione, al rispetto delle regole e alla conoscenza dei valori della nostra Costituzione, ma anche a proporre a insegnanti e genitori argomenti di riflessioni per formare i cittadini di domani.

Bullismo, cyberbullismo, assunzione di stupefacenti e alcool, sono problemi sociali e culturali, vere e proprie emergenze civili che richiedono una risposta di sistema, un grande patto tra scuola, famiglie, Forze dell’Ordine, magistratura e media. Un’azione congiunta capace non solo di reprimere, ma prevenire, una campagna educativa che arrivi al cuore e alla mente dei giovani“.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2020 alle 17:34 sul giornale del 17 ottobre 2020 - 160 letture

In questo articolo si parla di cronaca, romagna, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byPr