Parma: Polizia Stradale di Parma al 103° Giro d'Italia, premiati gli "Eroi della Sicurezza"

2' di lettura 16/10/2020 - In occasione del Giro d’Italia 2020, giunto alla sua 103° edizione, Autostrade per l’Italia promuove la 9° edizione del Premio “Eroi della Sicurezza”, una forma di riconoscimento alle donne ed agli uomini della Polizia Stradale, che si sono distinti per professionalità e abnegazione in particolari attività di soccorso o che hanno effettuato un intervento particolarmente significativo durante il loro servizio d’istituto.

Il premio, nato proprio per valorizzare il lavoro degli operatori della Specialità distintisi nel campo della sicurezza stradale, è stato consegnato giovedì 15 ottobre in occasione della tappa in partenza da Cesenatico (FC).

In quella circostanza, hanno ricevuto il premio l’Assistente Giannoccaro Claudio e l’Agente Rosiello Carlo in servizio presso la Sezione Polizia Stradale di Parma.

I due operatori della Polizia Stradale, il giorno 8 luglio 2019, mentre erano di pattuglia sull’autostrada A/1, venivano allertati dal Centro Operativo Polizia Stradale di Milano per l’urgente rintraccio di un autobus il cui conducente era visibilmente sotto l’effetto di sostanze alcoliche.

Ad allarmare ulteriormente gli agenti era stata la presenza, a bordo dell’automezzo, di 23 ragazzi e alcuni docenti appartenenti all’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Cogliate di Ceriano Laghetto (MB), in gita scolastica.

Nella circostanza proprio gli insegnanti a bordo, accortisi dello stato in cui versava il conducente, chiedevano aiuto alla Polizia Stradale che, segnalandone l’esatta posizione alla pattuglia, ne consentiva il rapido rintraccio.

Raggiunto subito il veicolo e notandolo sbandare vistosamente, i poliziotti riuscivano a bloccarlo per poi condurlo, in sicurezza, all’interno dell’area di parcheggio “Fontanellato” (PR), scongiurando in questo modo eventuali e più drammatici scenari.

Sul posto, dopo il preliminare controllo di routine al conducente, veniva effettuata la verifica etilometrica che evidenziava un verdetto sconcertante: la persona risultava avere il tasso alcoolico di 2,36 gr/l quando il conducente professionale deve avere un tasso pari a 0 gr/l.

Gli operatori riuscivano, con grande senso di solidarietà e disponibilità, a riportare calma e tranquillità tra i docenti e i bambini, facendo arrivare sul posto generi di ristoro nonché un analogo veicolo con idoneo autista per la prosecuzione della gita, che riprendeva regolarmente qualche ora più tardi.

I due operatori, nella circostanza, hanno gestito l’emergenza nel rispetto delle linee guida ministeriali e di primo soccorso con elevate qualità professionali e grande umanità, mettendo in essere una serie di comportamenti che vanno ben oltre gli obblighi istituzionali.

A condividere con il proprio personale il prestigioso premio erano presenti il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per l’Emilia Romagna Dott. Piero Brasola e il Dirigente della Sezione di Parma Dott.ssa Katia Grenga.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2020 alle 17:47 sul giornale del 17 ottobre 2020 - 160 letture

In questo articolo si parla di cronaca, romagna, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byPC