Riccione: Truffa delle mascherine, due indagati

1' di lettura 18/11/2020 - I Carabinieri della Stazione di Riccione, al termine di una attenta ricostruzione, hanno indagato un 45enne riminese ed un 38enne della Repubblica di San Marino per il reato di truffa legato alla falsa vendita di DPI.

L’ “affaire” si scatena in pieno lock down, quando in tutto il paese facevano scalpore le lunghe file davanti alle farmacie per accaparrarsi la preziosa mascherina. In questo contesto i due indagati si presentarono presso una farmacia di questo centro proponendo una partita di 5.000 mascherine chirurgiche ad un prezzo vantaggioso, per un totale di circa euro 2.000,00.

Il titolare della farmacia, dopo l’accordo, aveva provveduto al pagamento delle stesse mediante bonifico. La fornitura, però, non è stata mai recapitata presso la farmacia e quindi il titolare ha sporto denuncia presso la locale Stazione Carabinieri, dando così vita all’attività investigativa, conclusa con la pronta identificazione dei truffatori deferiti all’autrità giudiziaria.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Riccione.
Per Telegram cliccare su https://t.me/viverericcione.
E' attivo anche il canale Facebook: https://www.facebook.com/viverericcione.it/






Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2020 alle 13:51 sul giornale del 19 novembre 2020 - 202 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCvB