SEI IN > VIVERE EMILIAROMAGNA > ATTUALITA'
articolo

Forlì: Nove persone sanzionate per il mancato uso della mascherina

2' di lettura
219

Continua con efficacia l’azione preventiva e repressiva sul territorio, da parte dei militari della Compagnia di Forlì. L’attenzione rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di garantire la massima vicinanza al cittadino in questo particolare periodo, procedendo a rigorosi controlli al fine di assicurare che tutti rispettino scrupolosamente le prescrizioni imposte dalle normative del nuovo DPCM emanato da pochi giorni.

Diversi i controlli effettuati sulle strade principali di Forlì e nel centro storico, proprio per controllare il rispetto delle regole imposte dal predetto Decreto onde evitare assembramenti e rispetto delle distanze di sicurezza e, l’uso della mascherina protettiva divenuta obbligatoria indossarla. Infatti le varie pattuglie appositamente dislocate nei punti strategici della città hanno permesso di effettuare diversi controlli elevando numerose sanzioni proprio per non aver indossato la prescritta mascherina.

La Stazione di Ronco nel parco pubblico “Dragoni” ha segnalato alla Prefettura diversi avventori per uso di sostanze stupefacenti e contravvenzionato ben 9 persone per non aver indossato la mascherina in riferimento al nuovo DPCM datato 7 ottobre 2020 art. 1 comma hh-bis.

Personale invece della Sezione Operativa ha effettuato diversi controlli con il Nucleo Carabinieri dell’ispettorato del lavoro in vari esercizi pubblici in particolare i “Kebab” sanzionando i titolari per aver assunto personale in nero e aver allestito all’interno dell’esercizio impianti di video sorveglianza non autorizzati. Inoltre hanno denunciato un ragazzo di Forli di 32 anni il quale aveva allestito sul proprio balcone un piccolo giardino dove coltivava diverse piante di Marjuana oltre ad avere tutto il materiale per il confezionamento.

L’attenzione inoltre verso il fenomeno dei furti in appartamento e presso gli esercizi commerciali che ultimamente hanno ripreso piede, rimane attenta e meticolosa, infatti personale specializzato della predetta sezione ha già raccolto diversi dettagli utili ai fini dell’identificazione degli autori e consiglia alla popolazione di segnalare direttamente a questa Centrale Operativa qualsiasi dettaglio di interesse operativo.



Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2020 alle 19:52 sul giornale del 12 ottobre 2020 - 219 letture