SEI IN > VIVERE EMILIAROMAGNA > CRONACA
articolo

Ferrara: Ordina pezzi di ricambio online e viene truffato

1' di lettura
248

Gli agenti della Polizia Postale di Ferrara hanno denunciato in stato di libertà un uomo pugliese di 36 anni per truffa.

Nello specifico, gli agenti hanno ricevuto una denuncia da parte di un uomo 50enne di Ferrara, il quale riferiva che nel dicembre 2019 aveva inserito sul sito internet www.subito.it un annuncio per l’acquisto di ricambi usati per uno scooter.

La vittima veniva contattata mediante la messaggistica WhatsApp dal presunto venditore sulla disponibilità di vendere i pezzi di ricambio. Concordate le modalità di pagamento, provvedeva a versare tramite carta prepagata “postepay” l’importo di 130,00 euro, senza però ricevere la merce.

Il presunto rivenditore quindi, una volta prelevato il denaro versato dalla parte offesa, si rendeva irreperibile disattivando l'utenza telefonica fornita in fase di contrattazione, risultata poi intestata ad una persona sconosciuta.

Al termine delle indagini, gli agenti della Polizia Postale sono riusciti ad accertare l'identità dell'autore della truffa, già noto alle forze dell'ordine proprio perché dedito alla commissione di tali specifici reati e denunciarlo alla competente Autorità Giudiziaria.

La Polizia Postale ricorda che il fenomeno delle frodi on line è in continua espansione, dunque bisogna farsi guidare da prudenza e buonsenso. La prima regola fondamentale è verificare l'attendibilità del sito e del venditore e stare in allerta in caso di prezzi molto bassi, procedendo quantomeno ad effettuare confronti con altri siti. La seconda è adottare esclusivamente un sistema di pagamento sicuro che garantisca il rimborso dell'intero importo dell'acquisto effettuato, incluso le spese di spedizione, nel caso in cui il prodotto sia consegnato danneggiato o non sia consegnato o se il prodotto ricevuto non corrisponde alla descrizione riportata nella scheda prodotto online.



Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2020 alle 15:50 sul giornale del 20 ottobre 2020 - 248 letture