Riccione: Rapina al furgone portavalori, i malviventi scappano con 30 mila euro

1' di lettura 23/02/2021 - Un piano studiato nei minimi particolari quello messo a segno martedì mattina ai danni dell’ufficio postale di via Corridoni a Riccione, dove una coppia di malviventi armata di fucili automatici è entrata in azione assaltando un portavalori.

E' successo intorno alle 8.30. Una coppia di vigiliantes è arrivata con un furgone nel retro dell'ufficio postale. Uno dei due è sceso come da prassi, portando con sè un pacco contenente 30 mila euro.

Nelle vicinanze un falso furgone delle Poste, un Fiat Doblò con l’adesivo sulla fiancata delle Poste. Qui dentro erano appostati i due malviventi che hanno aggredito il vigilantes, e dopo averlo averlo buttato a terrra lo hanno minacciato con i fucili a pompa, di cosegnare i soldi. Impadronitisi del bottino i due sono saliti a bordo di una Fiat 500 in cui li attendeva un complice e sono scappati. Nel corso dell'azione, durata pochi istanti, non sarebbe stati esplosi colpi.

Immediato l'allarme ai carabinieri di Riccione che stanno indagando per individuare i tre che sembrano aver agito da professionisti. L’ufficio postale non ha telecamere e pare che nessuno abbia assistito alla scena.

Le due guardie giurate hanno raccontato alle forze dell'ordine che i rapinatori sono italiani, con l’accento meridionale, il volto era nascosto da un passamontagna. Il finto furgone delle Poste, dove si sono nascosti, è risultato rubato.

È attivo il servizio gratuito di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Riccione.
Per Telegram cliccare su https://t.me/viverericcione.
E' attivo anche il canale Facebook: https://www.facebook.com/viverericcione.it/






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2021 alle 16:22 sul giornale del 24 febbraio 2021 - 114 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPvw