"Il Postino" di Pablo Neruda nella nuova piece di Scena Aperta arriva a Bologna

2' di lettura 16/07/2021 - Dopo il grande successo dello scorso anno con C’era una volta … Morricone, tra due mesi esatti (18 settembre alle ore 20:30) saremo di nuovo ospiti del “salotto fiorito” di Andreana Rapalli (L’arc-en-ciel di Bologna).

Andreana Rapalli da anni si occupa di medianità attiva e di cura, con l’insegnamento e le sedute private. Un luogo pieno di poesia, di fascino, di incanto, senza spazio, senza tempo, immersi in una bolla dell’altra dimensione dalla quale una volta entrati è difficile uscirne … e adesso al lavoro !!! Il postino di Neruda è un romanzo di Antonio Skármeta pubblicato nel 1986. Il titolo originale è Ardiente Paciencia, sebbene il libro sia più conosciuto nei paesi latino-americani con il titolo El cartero de Neruda (da cui il titolo in lingua italiana). Al romanzo è ispirato il film con Massimo Troisi "Il postino", del 1994. Mario Jimenez, figlio di José Jimenez, pescatore del paesino cileno di San Antonio (CRISTIAN CATALANI), decide un giorno del 1969 di abbandonare il lavoro di famiglia e di accettare un lavoro come postino per consegnare la posta a Isla Negra per un destinatario particolare, il poeta Pablo Neruda (PAOLO PIRANI). Munito di bicicletta, Mario si dedica al nuovo lavoro con puntualità ed entusiasmo e con la speranza di trovare un giorno il coraggio di farsi autografare dal maestro la sua copia dell’amato libro Odi elementari, comprata con il suo primo stipendio.

Finalmente, nella routine quotidiana della consegna della posta, Mario ha l’opportunità di scambiare le prime parole con Neruda e già dalla prima conversazione apprende per la prima volta il significato della metafora. Un giorno, dopo un vano tentativo di creare una sua metafora scrutando l’andirivieni dell’oceano, Mario decide recarsi alla vicina osteria, dove rimane stravolto dalla visione di una ragazza. La visione, di nome Beatriz (ILARIA CINGOLANI), è purtroppo solo oggetto di lunghe contemplazioni, in quanto il ragazzo è incapace di proferir parola davanti a lei. Durante la consegna di un telegramma urgente a Neruda, avente ad oggetto l’offerta per la candidatura alla Presidenza della Repubblica dal Comitato Centrale del Partito Comunista Cileno, Mario non resiste dal rivolgersi al poeta nella speranza di ricevere sia il suo aiuto per riuscire a parlare alla ragazza, sia una poesia per far colpo su di lei …

Informazioni e prenotazioni presso l’ARC-EN-CIEL di Bologna – Via Cadriano, 3 – 051/503456 – 340/2710847. Dopo l’anteprima estiva a Bologna, lo spettacolo replicherà a Corinaldo, Teatro Comunale C. Goldoni ad ottobre e a Senigallia, Teatro Portone a novembre.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2021 alle 12:20 sul giornale del 17 luglio 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, comunicato stampa





logoEV