Bologna: Cna pensionati, “Il 60% degli anziani bolognesi è stato vittima di truffa”: il progetto per tutelarli

1' di lettura 22/11/2022 - Cna Pensionati e la Questura per informare e sensibilizzare sul fenomeno in aumento

Difendere gli anziani dalle truffe: questo è l'impegno di CNA Pensionati, in sinergia con la Questura e le forze di Polizia. Negli ultimi tre anni il 60% degli anziani a Bologna è stato vittima di una truffa, il 39% al telefono, il 29% via mail e il 19% via internet, in calo i colpi in casa. Sono i numeri di Cna pensionati Bologna che ha organizzato un incontro con la Questura, per dare consigli e prevenire gli episodi.

L'obiettivo del progetto è sensibilizzare la comunità sul fenomeno, istruendo gli anziani e trasmettendo conoscenza e informazione sul fenomeno, che è in costante crescita. "Bisogna denunciare - spiega il vicequestore Roberto Della Rocca-. È importante fare comunità tra la società e le forze di polizia, per stabilire sicurezza condivisa e partecipata. Ai genitori bisogna dire di non aprire a nessuno, e contattare le forze dell'ordine". Il progetto vede il patrocinio del Comune, che genera un contributo agli anziani over 65 che sono stati truffati: "Si può chiedere un rimborso esponendo denuncia e possedendo determinati requisiti - spiega Sabrina Sessa, Ufficio Fragilità, Non autosufficienza e disabilità-. Quest'anno sono arrivate 94 richieste". Ad aiutare gli anziani ci sono anche i giovani informatici dell'Istituto Aldini Valeriani, che collaborano con gli associati del Cna per informare e aiutare gli assistiti sulle truffe online.






Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2022 alle 20:13 sul giornale del 23 novembre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEmx





logoEV