VIDEO | “Milioni agli influencer per quattro cazzate”, la rabbia del sindacalista

1' di lettura 28/11/2022 - BOLOGNA - "Viviamo in una società profondamente ingiusta: gli influencer per digitare quattro cazzate sui social fanno i milioni a palate, mentre invece chi lavora negli ospedali, nelle case di cura o nelle Asp e rappresenta un valore aggiunto, fa professioni sottopagate al limite dello sfruttamento".

Lo sfogo è di Massimo Bussandri, segretario della Cgil dell'Emilia-Romagna, che ne ha parlato in chiusura del convegno sulla sanità regionale tenuto oggi all'Arena del sole insieme a Cisl e Uil. https://vimeo.com/775844000 Il segretario Cgil esclude l'ok ad una eventuale riduzione di stipendio nei prossimi anni per gli operatori sanitari, come gli infermieri che prendono di media 1.700 euro al mese, per 'salvare' la gestione pubblica della sanità: "Questa logica di discussione non la accetteremo mai", taglia corto Bussandri. "Se qualcuno fuori di qua pensa che queste professioni siano non dico strapagate, ma pagate il giusto, vuol dire che è fuori di testa".





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 28-11-2022 alle 19:55 sul giornale del 29 novembre 2022 - 48 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dFtb





logoEV
qrcode