SEI IN > VIVERE EMILIAROMAGNA > CRONACA
articolo

Forlì: Due giovani segnalati come assuntori

2' di lettura
108

Prosegue la campagna di controlli sul territorio provinciale ad opera dei Finanzieri di Forlì per contrastare i fenomeni d’illegalità economico-finanziaria.

Scopo dell’intensificazione operativa è quello di combattere tutte le manifestazioni illecite in grado di turbare il libero svolgimento delle attività d’impresa sane e, contemporaneamente, quello di garantire - in concorso con le altre forze di polizia - sicurezza ai cittadini.

Le pattuglie diuturnamente messe in campo dalle Fiamme Gialle in questa prima parte dell’anno, infatti, hanno eseguito numerosi interventi nelle zone a ciò maggiormente esposte, anche sulla base delle indicazioni del Prefetto della provincia di Forlì-Cesena volte al mantenimento di elevati livelli di protezione.

In tal senso, sono stati effettuati:

- nell’ambito di specifiche attività di pattugliamento economico-finanziario del territorio, oltre 300 controlli sul trasporto delle merci e in materia di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati e dei corrispettivi, 43 dei quali ultimi conclusi con la constatazione di irregolarità;

- mirati interventi a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei punti più nevralgici delle aree urbane.

Nel corso di queste operazioni sono state sequestrate, nei pressi della stazione ferroviaria di Forlì e del centro storico cittadino, diverse dosi di hashish; due giovani sono stati segnalati al Prefetto della provincia di Forlì-Cesena per l’adozione dei pertinenti provvedimenti amministrativi connessi alla detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale;

- appositi servizi che hanno portato alla denuncia di due soggetti di origine sinica e al sequestro di circa 600 prodotti - tra i quali svariati capi d’abbigliamento recanti il logo contraffatto di una nota griffe, nonché giocattoli, articoli di carnevale, oggetti di bigiotteria e materiale elettrico non conformi alla normativa vigente in quanto privi dell’obbligatoria indicazione merceologica e sull’origine o dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo e/o all’ambiente.

Per questi motivi i militari del Gruppo di Cesena hanno proceduto, presso un esercizio commerciale del posto, a ritirare dal mercato i suddetti prodotti in quanto potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

Nell’ambito del generale dispositivo di controllo messo in atto, i Finanzieri del Comando Provinciale di Forlì hanno, altresì, eseguito 9 controlli a contrasto del lavoro sommerso, che hanno portato all’individuazione di 17 lavoratori impiegati in maniera irregolare e/o in nero in vari settori - quali quelli della ristorazione, dei servizi alla persona, del mobile imbottito e del commercio ambulante di generi non alimentari - procedendo, inoltre, alle conseguenti verbalizzazioni nei riguardi dei rispettivi datori di lavoro.

Si tratta, complessivamente, di interventi che proseguiranno nelle prossime settimane per assicurare alla collettività tutta, agli imprenditori onesti, agli operatori economici e ai lavoratori le condizioni migliori per un equo sviluppo economico e una pacifica convivenza.



Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2024 alle 10:09 sul giornale del 23 febbraio 2024 - 108 letture






qrcode